RULE BOOK

VIDEO

IN ALLESTIMENTO

VIDEO

Cosa è l'NBHAI

Come iscriversi

Regolamento

Dove si impara

I nostri sponsors

I Gadgets

I Filmati NBHAI

Cavalli in vendita

Le foto dei tuoi campioni

Stagione 2002

National Finals

Europei - Barrel Racing

Europei - Pole Bending

Links

www.nbha.com

www.aiqdim.com

www.westernside.com

www.ilmiocavallo.it

www.jalisco.it

www.isolaverde-pegus.com

Grande , grandissimo spettacolo questo Barrel Racing visto a Jackson : non ha lasciato nessun rimpianto per la finale degli ultimi campionati mondiali "open" visti ad Augusta, Georgia a Novembre '99. Anche questo campionato mondiale era organizzato dalla NBHA (National Barrel Horse Association), questa volta per i giovani con meno di diciotto anni, divisi nelle due categorie Junior ( under 14 ) e Youth ( 14 - 18). Anche questa volta la NBHAI (Nbha Italia) ha mandato il campione Italiano in carica , a spese dell'organizzazione ( viaggio, soggiorno e costo di leasing del cavallo negli Stati Uniti) a rappresentare l'Italia e cercare di tenere alto il nome del Barrel Italiano in mezzo ad oltre 1240 partecipanti.

Francesco Javarone, che ha avuto l'onore ed il privilegio di rappresentare il suo Paese al massimo livello sportivo ed agonistico di questa specialità, ha dato ottima prova di sé facendo fermare il cronometro a 15.683, 180° miglior tempo , non sufficiente per la finalissima di Sabato sera a cui erano ammessi i 120 migliori tempi (30 per ognuna delle 4 Divisioni), ma comunque straordinario in considerazione del contesto : si consideri che fino ad oggi noi Italiani riuscivamo ad arrivare a metà della classifica ( ed era un notevole risultato, essendo in sella ad un cavallo preso a prestito e provato alcuni giorni prima della gara ! ) . Nella categoria Youth , Francesco ha fatto meglio di 600 altri coetanei che montavano il proprio cavallo, compresi i Canadesi che riescono a raggiungere gli Stati Uniti con i propri mezzi. E' sicuramente un risultato notevole, che ci deve peraltro suggerire alcune considerazioni, esposte in conclusione a questo articolo.

Le scuderie per 1300 cavalli, adiacenti ma separate dall'Arena, con accesso da due vasti piazzali di sosta dei mezzi di trasporto cavalli ; L'ufficio per la distribuzione di fieno e segatura, adiacente alle scuderie e perfettamente funzionante con consegna entro 10 minuti al N° di box richiesto ; Il campo prova, tra le scuderie ed il piazzale di attesa prima di entrare nell'Arena ; Le procedure di entrata in campo che prevedevano : la presenza costantemente controllata dei concorrenti dal 20° al 10°successivi rispetto al concorrente in gara nel piazzale antistante il portone di ingresso all'Arena, e la presenza dei 10 concorrenti successivi rispetto al concorrente in gara in un campo all'interno dell'Arena, con area dedicata ai 3 concorrenti pronti ad entrare ; Il Campo gara con Alleyway per l'entrata lanciata, 21m di avvicinamento al primo barile, 21m al 2° barile, 27m al 3°barile e 40m alla linea di uscita delle fotocellule ; Il fondo realizzato con circa 1 m di argilla mista a sabbia.

Il massimo ordine in tutta la logistica, per l'arrivo dei cavalli, il loro riscaldamento, l'entrata in gara e le ordinate partenze alla fine dello Show ; Uno svolgimento perfetto di tutte le gare che hanno visto 1240 cavalli entrare nell'Arena per due go, con un totale di 2480 entries in quattro giorni, da mercoledì a sabato mattina. Poi al sabato sera finale per 240 cavalli. Si osservi che le entrate erano senza soluzione di continuità, con passaggio di 3 trattori ogni 5 concorrenti ed il rifacimento del campo ogni 50 concorrenti.